Moodle

Moodle è una piattaforma di LMS (Learning Management System).

L’acronimo LMS significa Learning Management System letteralmente “sistema di gestione dell’apprendimento” e indica i programmi e le piattaforme online che vengono realizzate per fornire contenuti educativi e formativi online, attraverso il web o all’interno di reti private.

Questa modalità di formazione rientra nella categoria e-learning . Sono disponibili numerose soluzioni in questo settore: Moodle è una di queste.

L’interfaccia di utilizzo è estremamente user friendly e consente una navigazione facile ed intuitiva, sia per i docenti che per gli studenti. Questo facilita la ricerca delle informazioni e la fruizione dei contenuti.

Moodle è una piattaforma distribuita con codice sorgente completamente accessibile, in piena aderenza ai dettami Open Source, utilizzabile senza il pagamento di licenze. 

A cosa serve Moodle?

Moodle consente ad un docente di ricreare un’aula “virtuale”, un ambiente dedicato alla didattica, in cui poter proporre diverse risorse digitali che fanno da supporto alla didattica in aula. Con Moodle è possibile infatti:

  • pubblicare materiali didattici;
  • progettare e proporre attività individuali e collaborative;
  • sviluppare, pianificare e gestire diversi tipi di attività di valutazione;
  • gestire le comunicazioni con gli utenti.

L’esperienza Moodle nel corso per Volontari Temporanei di Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale della Liguria

L’idea di implementare in autonomia un portale Moodle per la formazione dei Volontari Temporanei (VT) in Liguria è nata dalla constatazione che occorreva realizzare un percorso formativo modulare con partecipazione e frequenza verificabile.

La piattaforma Open Source per l’e-learning Moodle ha tutte le carte in regola per rispondere alle specifiche esigenze di un percorso formativo certificato.

È stato pertanto realizzato un percorso modulare che, sulla falsariga di quanto proposto dalla scheda corso a Catalogo per l’accesso a Croce Rossa Italiana da parte dei VT, presentasse a video le diverse unità didattiche che potevano contenere materiale documentale, link esterni, video, quiz.

Gli aspiranti VT  si registravano preliminarmente sul sito nazionale realizzato ad hoc; i Presidenti di Comitato inviavano all’area Sviluppo Liguria i dati di riferimento dei neo volontari e gli stessi venivano caricati sulla piattaforma[i].

Ciò permetteva un controllo accurato sugli accessi e un monitoraggio costante del percorso formativo attuato dal singolo volontario.

Al termine del percorso formativo, dopo aver superato una prima serie di brevi test previsti in ogni modulo, veniva presentato un quiz finale di 20 domande scelte tra una batteria di domande disponibili.

La piattaforma Moodle permette il rilascio di un “badge” che certificava la conclusione del percorso formativo.


[i] Moodle ha diversi sistemi i gestione degli utenti: dal caricamento manuale di ogni singolo utente, al caricamento autorizzato per mezzo di un file CSV (Comma Separated Value), all’integrazione con database aziendale attraverso la funzionalità SSO (Single Sign-On), ovvero la proprietà di un sistema di controllo d’accesso che consente ad un utente di effettuare un’unica autenticazione valida per più sistemi software o risorse informatiche alle quali è abilitato.

I diversi Moduli o Unità Didattiche erano sequenziali e, per una maggiore fruibilità del percorso formativo, è stato deciso di vincolare l’accesso alla unità successiva solo dopo aver fruito dei contenuti ed aver svolto il quiz della unità precedente. In tale modo gli amministratori della piattaforma e gli stessi studenti avevano chiaro il percorso già svolto e quello ancora da affrontare.

Da questo punto di vista in Moodle è implementato un sistema di reportistica di ogni singola azione svolta dall’utente.

I volontari Temporanei segnalati per la fruizione del corso sono stati 984. Di questi 611 hanno terminato il percorso formativo con successo. Della conclusione del percorso formativo veniva data comunicazione ai Comitati che potevano così impiegare i VT nella attività previste dal Progetto nazionale “Il tempo della gentilezza” ovvero, preliminarmente, raccolte alimentari e consegna farmaci.

Valutazioni conclusive:

  • l’esperienza si è dimostrata utile e relativamente agevole da amministrare;
  • la consapevolezza che il VT che ha seguito il percorso formativo ha ‘dovuto’ fruire delle unità didattiche per poter rispondere ai diversi quiz ci tranquillizza circa l’apprendimento dei contenuti;
  • la reportistica di sistema si è dimostrata funzionale

Punti di forza:

  • gestione autonoma della piattaforma Moodle
  • pieno controllo delle attività degli utenti
  • reportistica

Punti di debolezza:

  • mancanza di un gruppo di sviluppo con competenze tecniche specifiche IT;
  • progetto sperimentale, non istituzionalizzato.